02 dicembre 2005

Terra e cielo

Cosa sarebbe la vita senza la morte?

Piccola discussione tra padre e figlia (4 anni a febbraio).
Mia figlia: "Quand'è che morirete, tu e la mamma?"
Io: "Ehmmmm....in che senso?"
Mia figlia: "Tra tanti giorni o tra tanti mesi?"
Io: "Beh, spero tra tanti anni...Però non è che si può sapere ora..."
Mia figlia: "E come morirete?"
Io: "Beh, diventeremo vecchi e moriremo, tra tanti e tanti anni..."
Mia figlia: "Ho capito...Andiamo a lavarci i denti?"

Cosa sarebbero i bambini senza domande?

8 commenti:

atreiu ha detto...

finalmente anche tu sei entrato nella realtà digitale, come fare a non condividere i tuoi pensieri. Dovremmo farci delle lezioni, altroché!

Max ha detto...

Farci delle lezioni...pensare al risultato, a qualcosa di "spendibile sul mercato"...
Cosa è "davvero" spendibile? E "dove" le cose sono davvero spendibili?
Sul mercato o in mezzo alle persone? E le persone fanno parte del mercato? C'è un mercato al di là delle persone?
Se all'inizio di tutto questo ci sono i nostri interessi, se lo sfondo è la nostra conoscenza personale, allora qual'è il senso di "esportare" tutto questo pacchetti di lezioni?

atreiu ha detto...

condivido le cose che dici, ma dato che parte dei nostri impegni comuni riguardano il settore didattico avevo pensato di comunicare ai nostri discenti qualcosa in più della triade wordexcelpowerpoint.

Max ha detto...

C'è qualcosa in più della triade, è vero, e sarabbe opportuno comunicarlo, trasmetterlo, all'interno dei nostri impegni comuni...
Probabilmente già lo facciamo...

Chiodosky ha detto...

Ciao MAX,
complimenti per l'iniziativa...

cosa sarebbero i bambini senza domande?... bella domanda...

come sai io non sono ancora in questa fase e sicuramente quando ci arriverò ti chiederò consiglio...

e sono d'accordo con te sul fatto che anche spiegando office si possa trasmettere qualcosa "d'altro"...

bluff ha detto...

concordo pienamente con il fatto che anche attraverso windows office etc. si possano veicolare molte cose ai nostri bimbi.
Infatti quando mio figlio mi ha chiesto " papà, ma Dio esiste?", io gli ho insegnato a collegarsi a questo blog spiegandogli ci avrebbe trovato un signore che sicuramente qualche fregnaccia sulla questione avrebbe imbastito...

Anonimo ha detto...

Mi sa che bisognerebbe imparare tutti a comportarsi così : si fa una domanda , si ottiene una risposta, si va avanti . Non è difficile . Invece c'è qualcuno che gode nel girarsi a destra e sinistra senza procedere affatto.
Ma tu che bambino eri ?

Alexem82 ha detto...

Tua figlia deventa ufficialmente uno dei miei idoli!!!

Dalle un bacio da parte mia...

Alexem
http://alexem82.blogspot.com