01 febbraio 2006


Attualità.


Non parlo dell’attualità.
L’attualità è il presente, e ti schiaccia.
L’attualità è il semplicemente presente, il già da sempre a portata di mano, il dato per scontato.
L’attualità è il presente, o il potere di agenda: la costruzione del presente fatta da qualcuno che non sono io.
L’attualità è: sguardo piatto, pieno di urgenza.

Non voglio farmi schiacciare.


Il cielo sopra Torino

Non voglio parlare dell’attualità, di ciò che succede, delle notizie, delle cose che abbiamo sempre tra le mani, delle elezioni, del calcio, dell’influenza dei polli, dello stipendio che non basta mai, della crisi, delle olimpiadi.

Voglio parlare delle cose che si nascondono, degli sguardi imperfetti, delle emozioni trattenute, del passato, di ciò che non serve, della neve che ormai se ne è andata, ma che al tempo stesso rimane, nera e sporca…

La neve sotto Torino

4 commenti:

Guimm ha detto...

Per me l'attualità che altri cercano di imporci non esiste. La elimino istintivamente. Esiste solo la mia vita e coloro che mi circondano. Pensa che non riesco a guardare un film senza pensare che è tutto finto e qualcuno mi sta propinando scene false. Con pazienza e costanza ci sono arrivato

mapi ha detto...

Bellissimo ciò che è sopra e ciò che è sotto la bellissima Torino... Bacio Mapi

Alexem82 ha detto...

Bello ciò che hai scritto, ma parlare dell'attualità significa saperla affrontare e non temerla, imparando già da adesso a vivere il futuro...

Non stai scappando dal presente per paura di affrontarlo?

Considera che ti conosco solo da 4 minuti e mezzo...prendi solo come provocazione per una bella discussione...

Max ha detto...

Forse sto scappando, o forse sto affrontando le cose più in profondità di quanto non sembri...
L'attualità è quell'insieme di cose su cui dovremmo obbligatoriamente fissare la nostra attenzione. Come se la nostra agenda venisse fissata da altri e non da noi stessi. Io dico: perché devo decidere che quell'argomento per me è più importante di altri?