08 dicembre 2008

I sofisti

In terza sono arrivati i sofisti.  Immaginatevi schiere di greci del V secolo con i loro abiti e le loro abitudini e le loro capacità oratorie fuori dal comune. Immaginatevi una serie di adolescenti tra i 16 e i 19 anni, tutti intenti a sopravvivere alla scuola del futuro, immersi nei loro pensieri più o meno tetri, più o meno banali...

31 agosto 2008

Primo giorno

Domani per me riparte la scuola.
Il primo giorno in una scuola nuova, lontano da casa.
Nuovi allievi, nuovi colleghi, nuovi compagni di viaggio.


Domani per me riparte la scuola.
Il primo giorno in una scuola nuova, lontano da casa.
Nuovi allievi, nuovi colleghi, nuovi compagni di viaggio.


07 agosto 2008

Post di passaggio

Che ve lo dico a fare?

Un post di passaggio, per ricordare che:
  1. alla fine ho preso una cattedra intera, lontanissimo da casa, in provincia:) staremo a vedere;
  2. sono a una distanza socialmente inaccettabile da una postazione internet (mi manca il flusso di friendfeed...)
  3. non se userò l'apprendimento cooperativo o meno nelle classi quest'anno...
  4. Antonio Tombolini ha commentato un mio post :); anche francesco gavello e solstizio a dire la vera verità...
  5. last but not least: sono diventato un fottuto fan di Dexter...

28 luglio 2008

Kwout: supporto per Blogger

Kwout è un servizio che permette di catturare schermate e di condividerle sottoforma di codice html: una leccornia per i blogger che devono condividere immagini nei propri post...:)


Ora kwout può essere utilizzato per inserire il codice direttamente nei post per la piattaforma Blogger.
Qui la schermata con la notizia ufficiale.

Qui la sezione in cui scegliere la possibilità di inserire l'immagine direttamente nei nostri post di blogger...

Tradd.us: traduttore contestuale

 
 

 

Tradd.us è un traduttore contestuale.

Funziona ad inviti, ma gli inviti li mandano quasi subito. Per ora le prime prove di traduzione mi soddisfano, anche se a dire la verità non mi rendo conto della differenza di traduzione con altri servizi simili...

Un piccolo esempio.

La frase di partenza che ho usato era:

I have an amazing week ahead

Con traddus la traduzione è risultata la seguente:

Ho un sorprendente settimana successiva

Con text-to-speech translator, invece

Ho un soprendente settimana successiva.

:) :) :)

Probabilmente, con brani più ampi da tradurre, funziona meglio...

Staremo a vedere...

23 luglio 2008

friendfeed, chat e scuola.

Il web2.0 contempla anche situazioni come questa  che vado a presentarvi o è tutto assolutamente casuale?

Leggevo in twitter dell'ultimo post di tombolini si friendfeed, che parlava di un post di sergiomaistriello su friendfeed.

Tutti e due erano citati in questo altro post.

Nello stesso blog, si trovava un link a questo  post su una ricerca sull'istant messaging in Italia, argomento che mi interessa essendo msn messeger l'unica risorsa utilizzata dagli allievi delle superiori che ho incontrato in questi anni...

La presentazione della ricerca è questa.

 

La conclusione è: la rete è talmente interconnessa che partendo da un punto qualunque  si raccolgono comunque contenuti validi su argomenti di nostro interesse oppure è tutto casuale?

22 luglio 2008

Socialmedia

Che ve lo dico a fare?

In questi ultimi dieci giorni non ho pubblicato nemmeno un post. Ho usato la rete in maniera diversa dal solito, per me.

Ho utilizzato in maniera massiccia i socialmedia,  in  particolare friendfeed e twitter, sollecitato da alcuni post di Luca Conti. L'esperienza è stata piuttosto stimolante e penso che continuerò su questa linea, magari pubblicando qualche post in più...

Tornando ai socialmedia, ci sono due elementi che a mio parere sono importanti:

1. mettono a disposizione di chi vuole partecipare alla rete di relazioni informazioni filtrate da persone esperte in un determinato settore. Anche un novizio può così rendersi conto di visioni, progetti, idee a cui altrimenti non riuscirebbe ad accedere;

2. permettono la creazione di reti sociali in maniera piuttosto semplice ed intuitiva.

 

La dimensione sociale dei media porta con sè tutti i problemi relativi alla costruzione e alla manutenzione di una rete sociale che si incontrano anche nella vita di tutti i giorni. Il mezzo tecnologico può favorire la creazione di relazioni ma sono i comportamenti delle persone che rendono effettive, stabili e proficue le relazioni stesse.

Per saperne di più sui socialmedia:

11 luglio 2008

Paese

 

Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.

Cesare Pavese

La luna e i falò

E' da molto tempo che mi chiedo in che paese stiamo vivendo, in che paese farò crescere le mie figlie, e così via.

In ogni caso, so qual'è il mio paese, e questo è quanto.

02 luglio 2008

Vinci un I-phone con Wikio

Ecco: l'ho fatto.
Ho aderito al concorso su Wikio per vincere un I-phone.
Chi vuole può iscriversi direttamente da questo post, cliccando sull'immagine incorporata...

banner per la sponsorizzazione

01 luglio 2008

Esame di stato: i colloqui.

Così oggi cominciano i colloqui per l'esame di stato...
Staremo a vedere...

Scuola 2.0

Questo è esattamente ciò che in un futuro molto lontano mi piacerebbe fare con le classi: lezioni da fruire fuori dalla classe per arrichire il lavoro da svolgere nella classe.



Dalla comunità di NEEC2008.

28 giugno 2008

Technorati authorithy: come aumentarla

Grazie a Daniele ho deciso di partecipare a questa iniziativa per aumentare la mia popolarità sul web. Daniele ha saputo dell'iniziativa dal blog EspertoSeo ma l'idea originale è in  questo post del blog BradBlogging.

Come funziona tutto ciò? Chi vuole aderire aggiunge i link sottostanti in un post al blog aggiungendo alla fine il link al proprio blog.  Il gioco si chiude aggiungendo un commendo al post di brandblogging dicendo che abbiamo aderito all'iniziativa.

Il succo del gioco è aumentare il volume di link in modo da aumentare la nostra authority su technorati.

Io lo provo. Provatelo!

*–Copy Here - Technorati Authority–*1. Brad Blogging.com - Daily Blog Tips For The Masses

2. Daily Blogging Tips At The Daily Rambler

3. Blog Chews - Blog About Anything

4. Steve v4.6 - Big Made Small

5. GIVEAWAY CITY

6. Indo Contest.com - Find the Latest Contest Here

7. POTPOLITICS-We Smoke the Competition

8. ATA - AskTheAdmin.com

9. Dolly’s Daily Diary

10. The Tech Juice - Tech Tips And More

11. Wendy’s OBA, Blog Tips & Tricks

12. Wendy’s Reel - Fact And Fancy

13. A Grateful Heart

14. 50+Whatever..Just some Ramblings in Life

16. The Blog for DesignCreatology

17. Contest Whiz - The Blog Contest Expert

18. About Blog Contests

19. Esmeraldasblog - Como aumentar la Authority de Technorati

20. Best Widgets for free - Blog Widgets

21. New life by Pitonizza

22. Todo Seiya - Como aumentar la Authority de Technorati

23. Blog for Spanish Readers

24. The Blogger And The Blog

25. Hero Help

26. Makmalcyber

27. Forex Study

28. Techyplus

29. 8

30. Darn Good Reviews

31. Blogger Tips - DotBlogger

32. Lilyruths This and That

33. That Blog 4 Me

34. Pinoytek - Make Money Online and SEO Blog

35. Snigit(blogspot)

36. Snigit(.com)

37. Best Of The Web

38. Swat the Fly

39. Area3000

40. Shut Up And Eat

41. Find Torrent Blog

42. Cebu in the World

43. Web Design

44. Trestin Adventures

45. Ask Trestin

46. Trestin Autobiography

47. Trestin Ideas

48. Trestin Gallery

49. Trestin Games

50.(Impressive Results!) Trestin Hall Of Fame

51. Trestin History

52. Parnell Forever

53. Trestin Political

54. Trestin Spiritual

55. Trestin Sports

56. Trestin Store - Yep, Each One Of These Are Different Blogs.

57. The Ordinary Agung

58. Il blog di Luca Marchi

59. What About Brazil?

60. Shri Rada Blog

61. Hawaiian Travel Blog

62. Hawaii Cruise Superstore

63. GadgetHeat!

64. Over The Sky

65. Yavinator log

66. I Travel to Work do you?

67. The Home Page of Tony Smith, Writer of Comic Books, Articles & Screenplays

68. Ultimate Credit Online

69. The Rhythm of Write

70. A Hoosier Family

71. Analyzed Marketing Solutions

72. O2S Media

73. Project Swole - Fitness and Nutrition

74. Life is simple, Don’t make it complicated

75. Yet Another Blog from Marco Ciacci

76. Freebies, Making money and More

77. Babysitter On Board

78.Vhiel’s Corner


79. Anything and Everything in Between


80. Designs By Vhiel


81. Can of Thoughts

82. Only in Silence

83. Everything Nice!

84.Reference Notes

85. It’s a woman’s world!

86. Ramki’s Blog

87. THE MOM WITH BROWNIES

88. Picture Clusters

89. Maiylah’s Snippets

90. My Wanderings

91. Confessions of a Supermodel Wannabe

92. Tiklaton: We are the Witness!

93. Aeirin Collections

94. The Big Dog

95. O’Joy of my life…

96. Through the Rain

97. More Than A Mom

98. Say Cheese

99. The Journey

AWESOME! TRIPLE DIGITS! 100. Photo Hook

101. Life Quest

102. Dew Drops - Making Sense… Somehow

103. The Small Business Marketing Blog

104. TheSuburbanFarmer

105. Konaini Blog

106. Worldly Economic Thoughts

107. Esperto Seo

108. gd labs | gianfranco davide reppucci | Blog

109. insidetheworld Italian Linux and Security Blog team

110. The Back Forty

111. studentefreelance

112. The Barber Bunch

113. Doremixy

114. CoffeeCoffeeCoffee

115. Maxsimo

116. Aggiungi il tuo blog...

27 giugno 2008

Tinypaste: seleziona e salva in un url il testo che ti serve

L'idea di Tinypaste è semplice ed intuitiva: si seleziona una porzione di testo da un sito qualsiasi e si salva il tutto in un tinyurl appositamente creato.

Con l'estensione di Firefox poi è tutto ancora più semplice: una volta installata, basta il tasto destro...

e!ScienceNews: tutta la scienza a portata di mano.

Se cercate un posto dove trovare tutte le risposte che volete ai vostri quesiti scientifici e se conoscete l'inglese, eScience fa per voi.

 

http://esciencenews.com/

Eureka! Science News | Latest science articles & news via kwout

 

 

eScience utilizza il motore di ricerca di notizie Eureka per trovare tutti gli articoli correlati al tema di nostro interesse. La ricerca restituisce come risultati articoli scintifici tratti da riviste del settore.

Via killerstartups

26 giugno 2008

La nostra ministra

Che ve lo dico a fare?

L'estate non era cominciata proprio malaccio, se devo essere sincero...

Poi la Ministra ha parlato.

Ecco l'intervista della Ministra al Sole 24Ore.

Pare che noi insegnanti precari si sia in troppi.

Se siamo in troppi, facciamo spendere troppo allo Stato.

Quindi il nostro numero deve ridursi.

Perché la scuola per noi è (è stata) solo una specie di ammortizzatore sociale. Mica abbiamo reso un servizio alla collettività, in questi anni. Mica abbiamo coperto buchi dell'organico, garantendo lo svolgimento delle lezioni.

Anni passati a erodere le risorse dello Stato.

Tutte le altre categorie facevano il loro dovere.

Noi no. Noi sprecavamo. Non insegnavamo.

Quindi la  scuola può fare a meno di noi.

La conclusione, da questo articolo su Repubblica.

E per i 300 mila precari in attesa delle immissioni in ruolo il futuro si tinge di nero.

Ps: chiudo con una nota positiva. Abbiamo ancora una speranza: essere riassorbiti dal settore turismo per essere ancora utili a questo Paese...

Ps2: che cattivoni questi precari, subito a chiedere le dimissioni della nostra ministra...

25 giugno 2008

Esame di stato (quarto giorno)

Che si fa il quarto giorno? Ci si riposa? Assolutamente no!!!

Abbiamo ragionato su quali materie inserire nella mitica terza prova e su quale tipologia di prova far lavorare i ragazzi.

Naturalmente abbiamo anche parlato delle scorrettezze del ministero relativamente alla prima e alla seconda prova ...

Timetoast: creare cronologie on line

Utilissimo tool per creare cronologie

23 giugno 2008

Esame di stato 2008 (terzo giorno)

La seconda prova scritta: tecnica turistica e amministrativa.

Abbordabile, come prova...

Tutto è filato liscio...

18 giugno 2008

Esame di stato: secondo giorno

Eccoci al secondo giorno dell'esame di stato che coincide poi con il giorno della PRIMA PROVA SCRITTA: il mitico tema di italiano.

Le tracce che sono uscite sono sembrate molto abbordabili, almeno sulla carta. Le operazioni si sono svolte nella calma e nella correttezza più assoluta (nessun cellulare accesso, nessun tentativo becero di scopiazziare...)

Oddio, mi sta venendo un dubbio: le magliette. Le abbiamo controllate le magliette?

Per chi non lo sapesse, le magliette con le soluzioni dei problemi sono un must quest'anno per chi vuole copiare alla maturità...

16 giugno 2008

Esame di stato: primo giorno

Primo giorno come commissario interno.

Ore 8.00. Arrivo a scuola. In netto anticipo. Riunione fissata per le 8.30. Libro di filosofia sotto il braccio, tanto per darmi un tono (in effetti sto leggendo "Kant e l'ornitorinco" di Eco...

Ore 8.25. La sala professori viene invasa da commissari: gli esterni vagano alla ricerca della della commissione giusta, gli interni vagano alla ricerca degli esterni giusti e/o dei presidenti.

8.30 Le commissioni si riuniscono. Io pure.

8.35 Le commissioni sono alla ricerca di un aula che faccia da ufficio. Io pure.

9.00. Si avvicina la scelta dei verbalizzatori. "Fammi essere rigido", penso. Poi si arriva al dunque. "Io l'ho fatto l'anno scorso che ero esterno". "Ah, allora sai come si fa...". Bene. Lo faccio pure quest'anno che sono interno. Qualcosa non mi torna, ma mi va bene lo stesso.

10.00. I commissari esterni mi sembrano simpatici e disponibili. La presidente pure. Sarà un buon esame, almeno per quanto riguarda le relazioni tra prof.

12.30. La riunione preliminare si chiude. Tutto fatto, stabilito, organizzato. Mancano solo i ragazzi e le ragazze. Chissà se tenteranno di copiare...

15 giugno 2008

I 5 film più brutti del mondo

Sono notoriamente un buonista (ne sanno qualcosa i miei allievi) ma quando ci vuole vuole....sono stufo di vedere film disgustosi...

Quante volte vi è capitato di vedere un film orribile? Poche, spero. In questi ultimi anni a me è successo almeno 5 volte.

Ecco le perle che mi hanno fatto soffrire:

I passi dell'amore. Sono riuscito a resistere per ben tra quarti del film. Poi ho dovuto disintossicarmi con qualcosa di forte, tipo il tg della notte. Attori che non sono attori, storie drammatiche vissute senza pathos, senza un briciolio di coinvolgimento, baci che non sono baci...il cattivo che diventa bravo grazie ad una santa che naturalmente muore...AAAAARGHHH

Autumn in New York. Non ho parole...

Il profumo del mosto selvatico. Stiamo scherzando?

Il dottor T e le donne. Forse Geere era a corto di soldi o forse lo hanno seriamente minacciato. D'altra parte ora ha pure fatto una pubblicità orribile sfruttando i monaci tibetani...o l'idea di essere uno di loro nonostante il successo holliwoodiano...

Una moglie bellissima. Un vero disastro sotto tutti i punti di vista: recitazione, temi, battute e nemmeno panariello ceccherini mi ha fatto ridere...faceva il marito remissivo...E il prete depresso? Ele battute scontate?

 

Sì, sono tutti film romantici o giù di lì. E allora? Preferisco film biecamente "sparatutto" (Shoot'em up o Smoking Aces, tanto per restare nel presente)  a melense storie "d'amore" raffazzonate e ipocrite.

12 giugno 2008

Change



Cambiare si può.

Via Stumbleupon.

07 giugno 2008

Template: come rinnovarlo ed essere felici

Quando i contenuti faticano a decollare, noi blogger abbiamo un'arma da usare: il restyling del template. E' come non avere nulla da dire e ...cambiare quaderno. Naturalmente sto parlando solo di me stesso perché è risaputo che ci migliaia di blogger che esprimono contenuti di qualità e al tempo stesso rinnovano il loro beneamato template.

Veniamo alle modifiche del mio blogger-template.

Dichiaro subito che la mia fonte di ispirazione è stata il blog di tenebrae, creareblog.

Cosa volevo da un nuovo template?

1. Una comoda gestione dei commenti.  Da tenebrae ho imparato a modificare codice del blog per ottenere la pagina dei commenti direttamente dal post. In questo modo chi vuole commentare dovrebbe riuscirci in maniera più agevole;

2. Un menù di navigazione. Sempre da tenebrae, guardando il suo blog e cercando di capire la logica del codice, ho imparato a inserire una sorta di menù appena sotto l'header.

3. Una nuova veste grafica. Ancora da tenebrae, ho scaricato uno dei template messi a disposizione. Quello che ho scelto si chiama Blue Loon (si scarica da qui)  ed è stato creato da Ivan (qui l'articolo originale) e ripreso da Gosu Blogger. Blue Loon non è altro che l'adattamento per Blogger del tema Blue Blog di Wordpress. Naturalmente ho modificato l'immagine dell'header con un collage di foto mie utilizzando Picasa.

Tv e scuola: un difficile rapporto

 

Mi è capitato oggi di assistere dopo vari mesi a tre tg: tg1, tg5, tg4(edizione delle 13.30).  Durante il servizio sulla scuola e sul tormentone dei debiti da recuperare, tutti e tre i tg hanno dato come ufficiale  la notizia secondo cui la verifica del recupero del debito debba essere effettuata entro il 31 agosto 2008.

Certo, la circolare indica il 31 agosto come termine ultimo, ma con molti "se" e con molti "ma".

Ecco uno stralcio della circolare. Ho evidenziato in rosso i se e i ma.

Un aspetto particolare riguarda i tempi di realizzazione degli interventi e delle conseguenti verifiche.
Al riguardo, nel rispetto della programmazione già definita da parte delle singole istituzioni scolastiche (1), si precisa che entrambe le disposizioni richiamate prevedono che “di norma” i suddetti interventi e le conseguenti verifiche si concludano, salva ovviamente la possibilità da parte delle scuole di anticipare tale data, entro il 31 agosto.
Eventuali proroghe (2), motivate da particolari esigenze organizzative, saranno adeguatamente valutate anche in relazione alle implicazioni correlate all’avvio del nuovo anno scolastico. Le iniziative di recupero e la loro valutazione dovranno, comunque, concludersi entro la data di inizio delle lezioni.

Quindi la data fissata è il 31 agosto però:

1. bisogna rispettare la programmazione già definita dalle singole scuole (probabilmente alcune scuole hanno già fissato la data delle verifiche di recupero nei primi giorni di settembre);

2. sono previste delle proroghe;

3. in ogni caso, l'essenziale è che si faccia tutto entro l'inizio delle lezioni.

Il punto è che per la maggior parte delle scuole il termine del 31 agosto è assolutamente aleatorio per motivi pratici ed organizzativi.

Cito due elementi, desunti da considerazioni di buon senso (potrebbero quindi essere smentite da persone più ferrate di me in legislazione scolastica):

a. dopo la verifica del debito, bisogna riconvocare i consigli di classe per un nuovo scrutinio, visto che il giudizio per i "rimandati" a giugno era stato sospeso. Se nel consiglio di giugno vi erano precari con la nomina fino al 30 giugno, chi si prenderà la briga di rinominare i singoli docenti il 28 o 29 di agosto? Le singole scuole? Il provveditorato?

b. i docenti, come tutti i lavoratori dipendenti, hanno diritto alle ferie. Come conciliare il diritto alle ferie con la necessità di convocare i consigli di classe a fine agosto?

Per chi lavora all'interno della scuola questi elementi sono piuttosto chiari.

Perché però l'informazione ufficiale si limita a sciorinare cifre e date senza approfondire l'argomento in questione?

Immagino già le famiglie dei probabili rimandati (o sospesi) in fibrillazione che telefonano alle varie scuole per ottenere chiarimenti: "La tv ha detto che si deve fare tutto entro il 31 agosto, ma io come faccio con le ferie..."

Sono sempre più convinto che Grillo abbia ragione, al di là dei toni: l'informazione, in molti casi, non informa...

06 giugno 2008

Scrutinio

Ancora una mezzorata e poi l'ultimo scrutinio di una delle due scuole in cui ho lavorato quest'anno.
Facciamo il punto:
1. Relazioni: ok;
2. Programmi: ok;
3. Registri: ok;
4. Segreto d'ufficio: ok.

Adoro questo lavoro.

26 maggio 2008

Esame di stato 2008

Sono interno. Ora lo posso dire. Ora che sono usciti i commissari esterni.

L'anno scorso ero esterno.

Foto0818

23 maggio 2008

Intenzioni

Ritorno a scrivere sul blog dopo mesi di silenzio assoluto.

Chiedo scusa alla mia nicchia di lettori.

La scusa è la seguente: la vita quotidiana mi ha assorbito completamente. Inoltre, la "febbre da post" era scomparsa quasi del tutto.
Ora sento il bisogno di ricominciare a scrivere in maniera più assidua.


Ho intenzione di concentrarmi sul tema della scuola e dell'apprendimento.

Naturalmente, è solo un'intezione.

Foto0565
D'altra parte, come si sa, le strade dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni...

11 maggio 2008

daylife

01 maggio 2008

Quotidiani

La Stampa Corriere della Sera
La Repubblica Il Giornale
Unità  Il Manifesto
Il Mattino Libero

28 aprile 2008

Ora come ora

Ecco: qualcosa di inutile sta per accadere.

Io ne sono il precursore, il mandante, il sigillo...

Stay tuned...

Foto0570

08 marzo 2008

No country for old man.

Ho visto Non è un paese per vecchi (No country for old man) dei fratelli Cohen.

Gran film.

Grande storia.

Il film.

Niente colonna sonora. Solo suoni naturali. Due in particolare: il rumore dell'arma di Bardem; le pietre sotto le scarpe di Brolin.

Attori davvero bravi: Bardem come killer psicopatico con regole tutte sue, con questa frangia assolutamente "centrata" (negli anni 80 erano davvero messe così le zazzare...);

 

Brolin come campagnolo che tira a campare con i suoi rimorsi di coscienza (perché l'acqua al messicano in piena notte, altrimenti?) e con il suo rapporto duro e lineare e pieno di affetto per moglie apparentemente sottomessa;

 

Tommy Lee Jones in una sorprendente parte da sceriffo anziano che parla e riflette e che cerca risposte sui mali del mondo...

Il finale: anti-eroico, anti-buonista, riflessivo e riflettente, senza risposte, senza domande...

Grande storia.

Credo sia merito del libro di McCarthy. Di McCarthy ho letto tempo fa "Cavalli selvaggi" (ho trovato questa recensione di Irene Bignardi). E ho ritrovato nel film la disperazione dei protagonisti, il senso dell'ineluttabile che avanza. Per ora ho preso in prestito "Meridiani di sangue" e "Figlio di Dio".

Credo di aver capito che la grande ombra che avanza, incarnata da Bardem, sia quella della violenza allo stato puro, senza alcuna ragione.Credo che il vecchio mondo, quello dei valori tradizionali, incarnato da Tommy Lee Jones non sia preparato al nuovo, ne rimanga sopraffato e disgustato e ripieghi verso un'esistenza sottotraccia. Niente eroismi. Niente machismi. Solo la pensione. E una luce nel buio, in sogno.

07 marzo 2008

Re - turn

Sono ancora della partita,

ancora nella mischia,

ancora pieno di vita.

Andiamo?

collage1

17 febbraio 2008

Sapere di non sapere

Porzioni di sapere che si affastellano senza soluzione di continuità. Senza programmi. Senza meta. Senza rimandi. Senza passato. Senza futuro. Solo presente. Solo l'istante. Solo il continuo rimescolare di carte. E pensieri.

09 febbraio 2008

Ancora Imparo n°1 (9 febbraio 2008)

Cosa ho imparato 1

Per descrivere l'attività di un noto politico italiano, si può usare l'espressione "bulimia operativa".

L'ho imparato da...

Fabio Martini, articolo su "La Stampa" versione cartacea di venerdì 8 febbraio 2008.

Mi serve a...

La prossima volta che infarcirò di impegni la mia agenda, mi auto-accuserò di bulimia operativa.

La prossima volta che mia moglie  cercherà di coivolgermi nei lavori di casa, userò questa frase per defilarmi: "Scusa, ma vuoi farmi diventare un bulimico operativo?".

 

Cosa ho imparato 2

Esiste una persona che si chiama Milena Gabanelli. Milena Gabellini è la giornalista di Report.

L'ho imparato da...

Intervista a Enrico Bertolino su "La Stampa", versione cartacea di venerdì 8 febbraio 2008.

Nell'intervista Bertolino si defila e parla molto bene di Grillo e della Gabellini.

Mi serve a...

La prossima volta che mi capiterà di vedere Report, saprò che la giornalista che introduce i servizi si chiama Milena Gabellini.

 

Cosa ho imparato 3

In Italia, tra i giovani sotto i 25 anni, il suicidio è la seconda causa di morte dopo gli incidenti automobilistici.

L'ho imparato da...

Il libro di Galimberti, "L'ospite inquietante", p. 101, di cui ho parlato qui e di cui potete trovare notizie qui.

Mi serve a...

Essendo insegnante, sono a stretto contatto con adolescenti per 5 giorni su 7. Uno stimolo ulteriore a considerare questi adolescenti non materiale umano da sottoporre al ciclo lezione-interrogazione ma persone che a volte possono nascondere un fortissimo disagio.

06 febbraio 2008

delicious day

Oggi è stato il giorno di delicious spiegato alla quarta.

Alcuni di loro non avevano nemmono una  casella di posta elettronica.

Siamo partiti da zero. Anzi: da sotto zero.

La condivisione in rete per questi ragazzi coincide con il guardare le foto scattate nel locale di turno del sabato sera, o nel rivedere le partite di calcio dei dilettanti o nel verificare le vincite al fantacalcio o al calcio scommesse...

Sto parlando solo dei maschietti, naturalmente...

Comunque mi hanno ascoltato molto attentamente quando mi sono messo a parlare di befunky...

L'immagine tira, non c'è che dire...

04 febbraio 2008

Il font Calibri

Calibri è un font equilibrato e pienotto, come un uomo di mezza età che ti viene incontro e punta a darti consigli utili per la tua vita, solo per il gusto di vederti crescere. Certo anche lui ha i suoi lati oscuri. Ma li tiene ben nascosti, certo che non sono i suoi lati oscuri che ti faranno crescere...

03 febbraio 2008

Rivedere il blogroll

Technorati Tag: ,,,

Sto rispolverando il mio blogroll.

Ebbene sì: da quando uso massicciamente googlereader ho abbandonato la lettura del blogroll.

Alcuni blog sono chiusi.

Altri si sono trasformati.

Ho notato che precariamente è diventato il balcone.

Riprenderò a seguirlo?

Chi può dirlo? Il livello di solidarietà con i miei colleghi precari è molto basso in questo periodo.

Sarà fatalismo. O realismo. Sarà quel che sarà ma mi sento perennamente in fase beta, per quel che riguarda il lavoro...e non c'è petizione che tenga.

Ho notato che machintosh.worpress.com è "passato" su iblogr. Così ho scoperto l'esistenza di iblogr.

Poi ho tolto - per il momento - il blog di filippo, lo studente di liceo super informatizzato. Prima o poi creerò una sezione di studenti che bloggano. O forse no...

Alla fine ho aggiunto la top 500 di Blogrolling.

Letture interrotte

Che ve lo dico a fare?

Sono stato in  biblioteca, l'altro giorno.

Ho preso in prestito due libri.

L'ospite inquietante di Galimberti

L'arte del non governo di Ricolfi.

Sono due libri estremamente legati alle mie preoccupazioni attuali.

Preoccupazione 1: dove stanno andando i giovani, sempre che stiano andando da qualche parte...

Preoccupazione 2: dove sta andando la politica italiana, sempre che stia andando da qualche parte...

02 febbraio 2008

Conversazioni

Che ve lo dico a fare?

La vita  quotidiana è piena di sorprese.

Ero in farmacia. Quella rimasta aperta il sabato.

Una ragazza era in coda, dopo di me.

Una ragazza e il suo cane.

Il suo cane...

Per qualche minuto ha suscitato l'interesse dei farmacisti, in numero di due.

"Bello...", dice uno dei due.

"Sì! E' anche socievole...", afferma orgogliosa la ragazza.

"Dall'espressione non si direbbe", dice l'altro farmacista.

"No, quella è la sue espressione tipica della razza. Lui comunque è uno che ride.

Ride dentro".

Indovinate di che razza era il cane...

31 gennaio 2008

Ancora imparo

L'idea è questa: creare una rubrica giornaliera all'interno della quale appuntare tutte le cose che mi capiterà di imparare, giorno per giorno, partendo dalle fonti più disparate.

La chiamerò "ancora imparo".

Powered by ScribeFire.

27 gennaio 2008

Giornata della memoria

Ricordare per un giorno è semplice. Ricordarsi ogni giorno, no.

Ricordare un solo sterminio è semplice. Ricordarsi di tutti gli stermini nella storia dell'umanità, no.

Fare retorica è semplice. Comprendere i meccanismi di quello che succede, no.

Questo ho imparato mentre assistevo ad uno spettacolo teatrale sul Giorno della Memoria.

E veniva fuori come alcune frasi di Hitler possono essere drammaticamente applicate a situazioni del nostro presente e del nostro recente passato.

 

26 gennaio 2008

Utente perenne 2

...perché in fondo questa ansia di restyling è dovuta alla necessità di fare spazio ai banner pubblicitari di google adsense, in modo da cominciare sul serio a credermi un blogger che ha bisogno di soldi...non che si facciano i soldi con adsense ma un mio allievo su msn ha raggiunto al "soglia" e io un pò mi sono vergognato perché mica avevo ancora capito il meccanismo di adsense...

...e comunque come mai appena messo il banner la pubblicità contestuale che è comparsa era sulla possibilità di avere incontri con altri gay?

Ecco lo screenshot, a futura memoria...

 

Utente perenne

Sento imprescindibile il discutere a denti stretti della mia condizione di semi-blogger.

La sensazione generale è questa: resterò per sempre un utente di servizi più o meno due punto zero, con maestroalberto e go2web20 a spianarmi la strada, facendo una fatica enorme per modificare anche se in maniera impercettibile il design del blog.

Ci ho messo quasi un giorno per ridisegnare il blog e sono ancora a metà strada.

Chiedo scusa a tutti i lettori per i disagi di queste ore...

23 gennaio 2008

Human pet e identità

Scenario 1

Nel bar della scuola, consumando un panino. Ascoltando la radio, sento la notizia della coppia umana (e non umana) in uno fa il padrone e l'altro fa l'animale domestico. A Londra. Lei, l'animale domestico, è al guinzaglio, per le strade di Londra.  Quando sono a casa no. Fa l'animale domestico pigro. Non spazza, non cucina, non stira: poltrisce. L'animale domestico-donna  e il suo padrone-fidanzato salgono su un bus ma vengono fermati dall'autista: "I cani non possono salire", dice l'autista. Loro si arrabbiano. Accusano l'autista di discriminazione.

 

Scenario 2

A casa. Cucinare.

Leggo in rete la stessa notizia su thisislondon.

La frase dell'autista suona così: "We don't let freaks and dogs like you on".

La vicenda sembra complessa: la coppia è stata discriminata due volte, a quanto pare.

Una prima volta per il fatto di vedersi negato il diritto da parte della donna di essere identificata come una donna-animale domestico.

Una seconda volta per il fatto di essere vestiti e di atteggiarsi come dei freaks. In particolare, come si nota dalla foto , i due sono la tipica coppia alla merylin menson.

 

Scenario 3. Il problema.

 

Da questa vicenda emerge un problema filosofico inerente l'identità della donna-animale domestico (si chiama Tasha Moltby):

se Miss Moltby definisce se stessa un animale domestico e si comporta come un animale domestico (il guinzaglio è un segno inequivocabile?), perché si è offesa quando l'autista non l'ha fatta salire? Certo, l'ha chiamata "cagna". Però non avrebbe dovuto rispettare il regolamento riservato agli animali domestici, in onore della sua identità?

Quindi in cosa si sostanzia  la nostra l'identità? Nella nostra auto-definizione o nei segni che gli altri leggono dall'esterno?

21 gennaio 2008

Blog che fanno pensare

Ancora sulla lazysphere.

Nel suo post ultra-citato Steve Rubel prefigura una soluzione al problema della blogosfera fancazzista: leggere solo blogger veramente tosti, lasciando da parte quelli che puntano solo alle classifiche.

I blogger veramente tosti, naturalmente, sono blogger che fanno pensare...

Ecco lo screenshot dal post di Rubel



Questi sono alcuni dei nomi citati da Rubel.

Rubel ha predisposto un'apposita pagina su googlereader per seguire i feed dei blogger "pensanti" e  "pensosi".

La potete trovare

qui.

Lazysphere vs thinking bloggers

 

Nel mio post di dell'altro giorno citavo la lazysphere.

Ecco una definizione di Steve Rubel

The Lazysphere - a working definition - is a group of bloggers who I won't name by name, but you can spot them a mile away. Rather than create new ideas or pen thoughtful essays, they simply glom on to the latest news with another "me too" blog post. Their goal is largely to land on Techmeme and sometimes digg - perhaps Google in an archival/Long Tail perspective. These sites - and Twitter too - have perpetuated a lot of lackadaisical writing. The Attention Crash is another factor at work here. People don't have as much time to think.

Micro Persuasion: The Lazysphere and the Decline of Deep Blogging

 

Traducendo a braccio, potremmo dire che la lazysphere è costituita da un gruppo di blogger che invece di creare nuove idee o di scrivere articoli densi e significativi, si lasciano trascinare dall'ultima notizia - per lo più di origine tecnologica, aggiungo io -in modo da farci un post che li porti ad avere maggiore visibilità su Techmeme e su Digg.

Mi sembra una polemica molto simile (potrei pure sbagliare però...) a quella suscitata nella blogosfera italiana sugli alberelli di link nel periodo natalizio e su blogbabel (illuminante post e relativi commenti sul blog di Napolux).

Se volessimo tradurre la polemica all'interno del panorama sociolinguistico italiano, si potrebbe dire che esistono  bloggers fancazzisti (lazy bastards) e blogger pensanti (thinking bloggers), rappresentanti di una blogosfera fancazzista da una parte e di una blogosfera seria, pensante ed intellettualmente matura dall'altra.

Le cose, però, non sono così nette e definite.

Se bloggare è un'attività libera, allora ogni blogger è libero di fare e scrivere sul proprio blog tutto ciò che gli pare.

Perché criticare chi vuole scalare le classifiche divertendosi?

E' proprio così necessario che si debba tutti postare su argomenti importanti, seri e profondi?

Da lettore-utente voglio poter scegliere tra stili di blogger molto diversi tra loro.

Inoltre, non è raro trovare blogger che nonostante si divertano a scalare classifiche con alberelli e meme, scrivano comunque post di alta qualità.

A poi.

17 gennaio 2008

Perché posto così poco.

Eccoci arrivati al fine settimana.


Lo so: l'attualità preme...


Mastella, il governo, i rifiuti, le palline giù per piazza di spagna, la arcuri che fa cilecca, coco che si difende, le valanghe in montagna, il kenya, l'india, il pakistan, le polemiche sulla lazysphere, le polemiche su blogbabel, il  ces, il video di gates, il notebook della Apple...


Eppure io sono da un'altra parte...


E veniamo al dunque: perché posto così poco?


Questi ultimi giorni sono stati deliranti: scrutini, colloqui con i genitori, dipartimenti, collegio docenti...


Tags: , , , , , , ,


La sera bloggare è tabù: per la famiglia e per me stesso.


Crollato un paio di volte.


La notte diventata il santuario del riposo.


Stasera no. Non stasera, che sto terminando la preparazione delle verifiche per domani (prof, sempre all'ultimo momento, vero? e poi dite a noi...)


Stasera posto.


Poi venitemi pure a prendere, perché ho scoperto che P. Hilton ha scritto una canzone.


Non è questo il problema.


Il problema è che la canzone mi piace.


L'ho scoperto su Last FM.


Powered by Qumana


09 gennaio 2008

Come impariamo (howwelearn)

 

Perle di saggezza nell'ambito dell'insegnamento

10% of what we READ

20% of what we HEAR

30% of what we SEE

50% of what we SEE and HEAR

70% of what is DISCUSSED with OTHERS

80% of what is EXPERIENCED PERSONALLY

95% of what we TEACH TO SOMEONE ELSE

William Glasser

How We Learn

The same old 1000 words

Io e le mie mille parole siamo stati molto lontani in questo periodo, io a fare le cose legate al mio quotidiano procedere verso una morte certa ed indecorosa, loro a sfarfallare qui e là sulla punta più alta ed emaciata del mondo.

Senza fantasia, pieno solo di cose da vivere, ho dimenticato ancora una volta il mio lato oscuro, la mia essenza più profonda, l'alfa e l'omega.

Come la segatura sul pavimento di quando pulivamo come si deve il pavimento di marmo: la stessa segatura imbevuta di liquido detergente e disinfettante, a ricordarci di essere persone normali e distinte nel nostro lavoro.

Così le mille parole si sono allontanate, quasi si fossero offese. Le prendo e le lascio. Cos'altro potrebbero fare?


 

La scuola e il futuro

Nonostante i miei alti e bassi, considero un privilegio insegnare nella scuola superiore italiana.

Non per gli orari relativamente brevi; non per lo stipendio relativamente basso alto; non per la relazione sociale e professionale con altri precari insegnanti come me.

Ritengo che l'insegnamento sia un privilegio per il contatto che si instaura con le nuove generazioni.

Al contrario di quello che si sente in giro, ho fiducia nei giovani.

In questi giovani.

Nonostante la fatica quotidiana nel trovare le strategie adeguate per interessarli .

Nonostate la fatica nel tenere a bada i loro impulsi al fare-il-meno-possibile.

Nonostante tutto, insomma.

06 gennaio 2008

Fouad libero

Fouad

 

A life spent making mistakes is not only more honorable,
but more useful than a life spent doing nothing.

George Bernarnd Shaw

 

Io che gestisco questo blog a tempo perso, tutto intorcigliato con i miei miasmi personali e ultra-soggettivi, quasi mi vergogno di sentire che nel mondo ci sono blogger che lottano per la libertà di espressione e che per questo motivo vengono incarcerati e maltrattati fisicamente e uccisi.

Per questo partecipo alla campagna per Fouad.

Via Pandemia.

05 gennaio 2008

Bee movie

E così sono stato a vedere Bee-Movie.

 

 

Via mymovies

Globalmene parlando, un film di animazione come tanti altri, con il protagonista a combattere una battaglia tutta sua alla ricerca della propria libertà e personalità autentica e così via. Di seguito, il recupero del senso della comunità, con un ritorno alla tradizione all'interno di un mondo reso migliore guarda caso proprio dal protagonista.

ATTENZIONE: DI SEGUITO VERRA' SVELATA, SEPPUR METAFORICAMENTE, LA TRAMA DEL FILM.

Punti salienti:

1. la vita delle api vista dal di dentro, naturalmente tratteggiata dal punto di vista umano (le api vanno a lavorare in macchina, hanno una casa, vanno a scuola...);

2. la cotta di un - ape per una ragazza umana (indovinate un pò che mestiere fa la ragazza? Sì:LA FIORISTA)

3. l'ape che diventa avvocato per difendere il copyright delle api sul miele (niente più miele prodotto dagli umani, niente più commercialzzazione del miele attraverso icone varie di orsesca fattura - pure Pooh deve rinunciare al miele...-);

4. i cameo di Sting e di Ray Liotta (su NNDB una simpatica radiografia ) e di Larry King;

5. le api che sanno volare e che salvano il mondo salvando un areo con sopra gli ultimi fiori della terra...

Giudizio.

La prima parte del film è piuttosto veloce e vivace. Sembra promettere bene fino all'incontro con l'umana-fiorista. Poi si blocca. Lo-ape si innamora. L'umana di innamora anche lei? Poi arriva la faccenda del miele rubato. E il cartoon diventa un legal-cartoon. In sostanza un pò deluso.

 

04 gennaio 2008

10 buoni propositi per il 2008

Alla giusta distanza di smalimento delle festività natalizie e "montagnose",  emano i miei dieci solidi buoni propositi:

1. Imparare una nuova lingua;

2. Essere più felice;

3. Diventare blogger sul serio;

4. Scrivere un libro;

5. Ascoltare di più;

6. Fare un viaggio all'estero;

7. Andare al cinema almeno dieci volte;

8. Diventare più ordinato;

9. Aggiornarmi costantemente nell'arte dell'insegnamento;

10. Radermi ogni giorno.

 

Ecco, l'ho fatto...

 

A poi

2007, dicembre, natale, neve 094