09 gennaio 2008

La scuola e il futuro

Nonostante i miei alti e bassi, considero un privilegio insegnare nella scuola superiore italiana.

Non per gli orari relativamente brevi; non per lo stipendio relativamente basso alto; non per la relazione sociale e professionale con altri precari insegnanti come me.

Ritengo che l'insegnamento sia un privilegio per il contatto che si instaura con le nuove generazioni.

Al contrario di quello che si sente in giro, ho fiducia nei giovani.

In questi giovani.

Nonostante la fatica quotidiana nel trovare le strategie adeguate per interessarli .

Nonostate la fatica nel tenere a bada i loro impulsi al fare-il-meno-possibile.

Nonostante tutto, insomma.

3 commenti:

Giofilo ha detto...

E' bello che esistano ancora insegnanti come te, con la passione e la consapevolezza dell'importanza del proprio lavoro.

Piuttosto, non m'ero accorto che m'avessi inserito tra i link...grazie mille! Anzi, ricambio volentieri ;-)

Maxilprof ha detto...

Ciao. Non sentirti obbligato a linkarmi...Tra le altre cose, avevo in mente di contattarti, prima o poi, per una "cosa da blogger" legata alla filosofia...

Giofilo ha detto...

Nessun obbligo, anzi! Il fatto è che sono un blogger sbadato e non sempre mi accorgo dei link :-)
Inoltre, passo spesso a leggere il tuo blog. Quindi, lieto di linkarti!

Per ogni progetto che riguardi la filosofia (soprattutto se in rete): contattami pure! Ho già un'esperienza in attivo in questo senso, non un blog ma un sito: Sitosophia

Ciao e a presto,
Giovanni