26 giugno 2008

La nostra ministra

Che ve lo dico a fare?

L'estate non era cominciata proprio malaccio, se devo essere sincero...

Poi la Ministra ha parlato.

Ecco l'intervista della Ministra al Sole 24Ore.

Pare che noi insegnanti precari si sia in troppi.

Se siamo in troppi, facciamo spendere troppo allo Stato.

Quindi il nostro numero deve ridursi.

Perché la scuola per noi è (è stata) solo una specie di ammortizzatore sociale. Mica abbiamo reso un servizio alla collettività, in questi anni. Mica abbiamo coperto buchi dell'organico, garantendo lo svolgimento delle lezioni.

Anni passati a erodere le risorse dello Stato.

Tutte le altre categorie facevano il loro dovere.

Noi no. Noi sprecavamo. Non insegnavamo.

Quindi la  scuola può fare a meno di noi.

La conclusione, da questo articolo su Repubblica.

E per i 300 mila precari in attesa delle immissioni in ruolo il futuro si tinge di nero.

Ps: chiudo con una nota positiva. Abbiamo ancora una speranza: essere riassorbiti dal settore turismo per essere ancora utili a questo Paese...

Ps2: che cattivoni questi precari, subito a chiedere le dimissioni della nostra ministra...

1 commenti:

giovanna ha detto...

Vergogna!
Sììì DIMISSIONI IMMEDIATE!