07 giugno 2008

Tv e scuola: un difficile rapporto

 

Mi è capitato oggi di assistere dopo vari mesi a tre tg: tg1, tg5, tg4(edizione delle 13.30).  Durante il servizio sulla scuola e sul tormentone dei debiti da recuperare, tutti e tre i tg hanno dato come ufficiale  la notizia secondo cui la verifica del recupero del debito debba essere effettuata entro il 31 agosto 2008.

Certo, la circolare indica il 31 agosto come termine ultimo, ma con molti "se" e con molti "ma".

Ecco uno stralcio della circolare. Ho evidenziato in rosso i se e i ma.

Un aspetto particolare riguarda i tempi di realizzazione degli interventi e delle conseguenti verifiche.
Al riguardo, nel rispetto della programmazione già definita da parte delle singole istituzioni scolastiche (1), si precisa che entrambe le disposizioni richiamate prevedono che “di norma” i suddetti interventi e le conseguenti verifiche si concludano, salva ovviamente la possibilità da parte delle scuole di anticipare tale data, entro il 31 agosto.
Eventuali proroghe (2), motivate da particolari esigenze organizzative, saranno adeguatamente valutate anche in relazione alle implicazioni correlate all’avvio del nuovo anno scolastico. Le iniziative di recupero e la loro valutazione dovranno, comunque, concludersi entro la data di inizio delle lezioni.

Quindi la data fissata è il 31 agosto però:

1. bisogna rispettare la programmazione già definita dalle singole scuole (probabilmente alcune scuole hanno già fissato la data delle verifiche di recupero nei primi giorni di settembre);

2. sono previste delle proroghe;

3. in ogni caso, l'essenziale è che si faccia tutto entro l'inizio delle lezioni.

Il punto è che per la maggior parte delle scuole il termine del 31 agosto è assolutamente aleatorio per motivi pratici ed organizzativi.

Cito due elementi, desunti da considerazioni di buon senso (potrebbero quindi essere smentite da persone più ferrate di me in legislazione scolastica):

a. dopo la verifica del debito, bisogna riconvocare i consigli di classe per un nuovo scrutinio, visto che il giudizio per i "rimandati" a giugno era stato sospeso. Se nel consiglio di giugno vi erano precari con la nomina fino al 30 giugno, chi si prenderà la briga di rinominare i singoli docenti il 28 o 29 di agosto? Le singole scuole? Il provveditorato?

b. i docenti, come tutti i lavoratori dipendenti, hanno diritto alle ferie. Come conciliare il diritto alle ferie con la necessità di convocare i consigli di classe a fine agosto?

Per chi lavora all'interno della scuola questi elementi sono piuttosto chiari.

Perché però l'informazione ufficiale si limita a sciorinare cifre e date senza approfondire l'argomento in questione?

Immagino già le famiglie dei probabili rimandati (o sospesi) in fibrillazione che telefonano alle varie scuole per ottenere chiarimenti: "La tv ha detto che si deve fare tutto entro il 31 agosto, ma io come faccio con le ferie..."

Sono sempre più convinto che Grillo abbia ragione, al di là dei toni: l'informazione, in molti casi, non informa...

0 commenti: