23 luglio 2008

friendfeed, chat e scuola.

Il web2.0 contempla anche situazioni come questa  che vado a presentarvi o è tutto assolutamente casuale?

Leggevo in twitter dell'ultimo post di tombolini si friendfeed, che parlava di un post di sergiomaistriello su friendfeed.

Tutti e due erano citati in questo altro post.

Nello stesso blog, si trovava un link a questo  post su una ricerca sull'istant messaging in Italia, argomento che mi interessa essendo msn messeger l'unica risorsa utilizzata dagli allievi delle superiori che ho incontrato in questi anni...

La presentazione della ricerca è questa.

 

La conclusione è: la rete è talmente interconnessa che partendo da un punto qualunque  si raccolgono comunque contenuti validi su argomenti di nostro interesse oppure è tutto casuale?

7 commenti:

Giorgio Jannis ha detto...

Serendipity e folksonomy insieme a un po' di fiuto fanno miracoli :)

Antonio ha detto...

La prima che hai detto, non c'è dubbio! La prova è che io ora sono finito qui da te! :)

Francesco Gavello ha detto...

Punto sulla casualità :)

Maxilprof ha detto...

@jannis + @frgavello: serendipity e Casualità sono due facce della stessa medaglia, forse...
@antonio: dispiace non poterti raggiungere per continuare la discussione...

Giorgio Jannis ha detto...

@maxilprof: ma anche no

Antonio Tombolini ha detto...

@maxilprof: ma si può sempre continuare via IM, no? ;) Io sono su g-talk con antonio@simplicissimus.it.

Maxilprof ha detto...

@antonio: ho visto oggi il tuo commento e ho compreso solo ora che eri il grande tombolini...ci vediamo/sentiamo su gtalk