15 aprile 2009

Ricci e poveri

Ho letto l'Eleganza del riccio . 
Filosofico.
Ironico.
Con un finale devastante, da bruciare il libro.
Pessimista, il finale.
Come se la stratificazione sociale fosse qualcosa di definitivo, che passa tra le persone e le divide, irrimediabilmente.
Perché un signore giapponese ricco e acculturato non può interessarsi ad una sciatta portinaia in quanto tale ma solo in quanto acculturata e sensibile e inaccessibile...

(Sto postando da gmail...)